Search
Search Menu

L’empowerment delle donne freelance: l’importanza delle reti professionali

Se sei una donna freelance che cerca di far crescere la propria attività, è importante essere consapevole dell’importanza di costruire una rete di contatti professionale.

In un mondo sempre più competitivo, le reti professionali possono offrire un sostegno essenziale, non solo dal punto di vista commerciale, ma anche sotto l’aspetto dell’empowerment personale.

Creare connettività

Il primo motivo per unirsi a una rete professionale è quello di creare connettività con altri professionisti nel tuo settore, o in settori complementari. Queste connessioni possono aprire le porte a nuove opportunità di lavoro, collaborazioni e partnership.

Le donne freelance, in particolare, possono ottenere grandi benefici da reti di sostegno che incoraggiano lo scambio di idee e competenze, promuovendo così un ambiente in cui le donne possano sentirsi davvero valorizzate e supportate.

Condivisione delle risorse

Le reti professionali offrono un ambiente in cui è possibile condividere risorse preziose, come conoscenze specifiche su particolari settori, strumenti, tools per velocizzare il lavoro e acquisire maggiore padronanza nell’utilizzo di tecnologie innovative.

Questa condivisione, non solo consente di ottimizzare le proprie capacità professionali, ma può anche aiutare a superare alcuni ostacoli comuni che le donne freelance possono incontrare nel mondo del lavoro indipendente.

Questi ostacoli, che restando isolate possono sembrare insormontabili, una volta condivisi vengono ridimensionati e, grazie all’esperienza di altri freelance, possono essere superati con facilità.

Potenziamento della visibilità

Partecipare attivamente a reti professionali può aumentare la visibilità della tua attività ed aiutarti a costruire in modo più efficace la tua presenza online e offline.

Essere parte di una rete di donne freelance può portare a un maggiore riconoscimento e apprezzamento delle capacità e competenze che ti rendono unica, consentendoti di emergere nel tuo settore e di attrarre potenziali clienti e collaboratori.

Supporto emotivo e mentoring

Le reti professionali possono offrire non solo supporto professionale, ma anche sostegno emotivo e mentoring.

Lavorare come freelance può essere impegnativo, e avere una rete di donne professioniste alle tue spalle ti può dare l’opportunità di condividere sfide comuni e trovare insieme soluzioni non scontate.

L’ascolto delle esperienze degli altri e il ricevere consigli da mentori esperte, possono essere estremamente preziosi per la crescita personale e professionale.

Raggiungere l’equilibrio

Un altro vantaggio significativo di far parte di reti professionali è la possibilità di raggiungere un equilibrio tra lavoro e vita personale, il cosiddetto work-life balance.

Le donne freelance spesso devono bilanciare le esigenze della propria attività con quelle della famiglia e della vita quotidiana.

Le reti professionali possono offrire supporto e consigli su come gestire efficacemente questo equilibrio, aiutandoti a realizzare le tue ambizioni professionali, senza compromettere il tuo benessere personale.

La mia personale esperienza

Nel 2016 ho deciso di mettermi in proprio: nonostante aiutassi le persone in questo tipo di percorso già da 15 anni, mi sono resa subito conto che diventare freelance non è così facile, come forse poteva apparire scrivendo business plan mentre ero dipendente di una società.

Diventare io stessa protagonista di questo grande cambiamento di vita si è rivelato fin da subito complicato, faticoso e, forse più di ogni cosa, ho sentito fortemente la mancanza dei colleghi, che ero abituata ad avere accanto in oltre 20 di lavoro dipendente e con i quali ho sempre creato bellissime relazioni, che sono sfociate spesso in amicizie di lungo corso.

In quel momento, sono entrata per caso in contatto con la Rete al femminile, che si era da poco formata a Torino: non ci ho pensato due volte e mi sono iscritta all’Associazione.

Ho fin da subito stretto contatti, amicizie e collaborazioni, mi sono sentita accolta, capita, supportata e – soprattutto – non mi sono più sentita sola.

Ho ricevuto molto dalle altre socie e ho cercato di dare anch’io il mio contributo con piccoli workshop, mentoring e consulenze, visto che le mie competenze sono utili a tutte le persone che vogliono lavorare in modo autonomo.

Questo mese di novembre, precisamente venerdì 17 (non siamo scaramantiche!), Rete al Femminile ha organizzato il suo evento nazionale, aperto a tutte le associate, ma anche a chi non lo è ancora: ci troveremo a Torino, città dove è nata la Rete, al Teatro Juvarra: se ti interessa, ecco il link all’evento.

Conclusioni

In conclusione, entrare a far parte di reti professionali rappresenta un passo fondamentale per l’empowerment delle donne freelance.

Queste reti non solo offrono opportunità di crescita professionale, ma anche supporto emotivo, condivisione delle risorse e una maggiore visibilità nel settore a cui appartieni.

Unendoti a una rete di donne professioniste, puoi trasformare la tua esperienza freelance in un percorso gratificante e soddisfacente, sia dal punto di vista personale che professionale.

Author:

MARTA GIAVARINI - STRATEGIE DI BUSINESS. Supporto aspiranti Imprenditori, Freelance e Startupper a mettere a fuoco il loro Business Model, a conoscere e analizzare il mercato in cui lavorano, per pianificare strategie vincenti attraverso un Business Plan. Aiuto imprese già avviate a rivedere il proprio Modello di Business per sviluppare nuovi prodotti e nuovi mercati.

Leave a Comment

Required fields are marked *.