Search
Search Menu

Che cos’è davvero un business plan?

Con il post di oggi voglio ricollegarmi all’ultimo post pubblicato nel mese di dicembre 2023, in cui ho promesso di dedicare uno spazio adeguato ad una spiegazione dettagliata di questo strumento che, ancora oggi, mette paura a tante persone: il mitico e quasi mitologico business plan.

Sfatiamo un mito

Il business plan non è una soltanto la stesura di un bilancio previsionale, come crede la maggioranza delle persone, ma un documento molto articolato che, esaminando l’idea di business e la sua collocazione sul mercato, ne prevede la possibile fattibilità.

Arriverai a parlare di numeri soltanto dopo avere analizzato il tuo mercato, le modalità organizzative e l’inquadramento burocratico-amministrativo, perché devi sempre tenere conto che non tutto ciò che ti viene in mente può essere realizzato così come lo pensi.

Dovrai fare i conti con le normative che esistono nel paese in cui vuoi operare: in Italia sono complesse, differenti tra Regione e Regione e, spesso, interpretate in modo diverso da ogni singolo Comune. Sarà quindi necessario armarsi di santa pazienza e confrontarsi con gli enti pubblici di riferimento!

Qua sotto ti illustrerò i concetti fondamentali del business plan sotto forma di domande, a cui è necessario dare una risposta plausibile PRIMA di avventurarsi nella creazione di un’attività imprenditoriale.

Chi sei? Cos’hai?

Quali sono le tue competenze ed esperienze? Sono coerenti con l’idea d’impresa? Hai tutte le competenze necessarie alla gestione del progetto? Devi cercare dei soci? Esistono dei requisiti professionali di base che è necessario possedere per dar vita alla tua impresa?

Clienti: a chi sei utile?

Quali sono le loro esigenze e problematiche? Come si comportano? Da chi acquistano oggi prodotti e servizi alternativi al tuo? Cosa cercano veramente? Cosa si aspettano da te? Quanto sono disposti a spendere?

La proposta di valore

Quali sono i prodotti e servizi che vuoi proporre sul mercato? Qual è il tuo carattere distintivo? Quali problemi ed esigenze del cliente sei realmente in grado di risolvere? Perché i clienti dovrebbero scegliere la tua proposta?

C’è sempre un concorrente!

Chi sono i tuoi concorrenti? Cosa offrono? Come lo offrono? Come si fanno conoscere? Qual è la loro politica dei prezzi? Quali sono i loro punti di forza e di debolezza?

Ok, il prezzo è giusto!

Come si determina il prezzo? Quali calcoli bisogna fare? Qual è il posizionamento corretto? È meglio vendere tanto a prezzi bassi o poco a prezzi alti?

Come farsi conoscere?

È meglio una comunicazione online oppure offline? Come integrare le diverse strategie per raggiungere i tuoi clienti obiettivo? Quanto investire in comunicazione? È meglio fare da soli o affidarsi ad un professionista?

Che differenza c’è tra imprenditore e libero professionista?

Qual è la forma giuridica più adatta e coerente alla tua idea? Quali alternative ci sono? Di quali autorizzazioni, permessi e normative devi tenere conto? Dove informarti?

Come organizzarti? L’imprenditore non è un’isola!

Quali sono le fasi principali del ciclo produttivo? Quanto tempo richiedono? Quali potrebbero essere le eventuali criticità? Come risolverle? Chi fa che cosa all’interno dell’azienda? A chi demandare quello che non puoi o non sai fare? Quali fornitori scegliere? È meglio creare delle partnership?

Location: quando è strategica e quando è irrilevante.

Hai davvero bisogno di una sede fisica? Come scegliere la sede della tua attività in modo coerente e consapevole?

Cosa ti occorre per partire e quanti soldi servono?

Di quali strumenti, macchinari, attrezzature hai bisogno per far funzionare la tua impresa? Quanto costano? Quanti soldi servono per acquistarli? È possibile ottenere dilazioni di pagamento? Come calcolare l’IVA? Hai il capitale a disposizione? Hai bisogno di un prestito? Quali alternative ci sono?

Costi fissi

Quali spese dovrai sostenere comunque, a prescindere dal volume di ricavi che sarai in grado di realizzare?

Costi variabili

Quali sono i costi vivi che dovrai sostenere per produrre i tuoi prodotti o realizzare i tuoi i servizi?

I concetti di margine di contribuzione e fatturato di pareggio

Quale parte del prezzo di vendita ti resta in tasca, dopo aver coperto i costi variabili di produzione? Come effettuare delle stime credibili sulle vendite? Quali metodi puoi utilizzare per fare una simulazione realistica? Qual è il fatturato di pareggio al di sotto del quale non riesci a remunerare il tuo lavoro, o addirittura rischi di non essere sostenibile?

Quando si raggiunge l’equilibrio economico?

Mettendo insieme tutti gli elementi su cui hai ragionato prima e incrociandoli tra di loro otterrai il tuo conto economico previsionale e sarai in grado di prendere una decisione più consapevole sulla fattibilità e sostenibilità della tua idea, sapendo cosa aspettarti nella realtà.

Non spaventarti!

Posso immaginare che questo lungo elenco di domande a cui dover dare una risposta ti possa spaventare: effettivamente è un grande lavoro da fare, non posso nascondertelo.

Ma se riuscirai a dare una risposta a tutto, o comunque a pensare soluzioni possibili per fronteggiare i punti deboli del tuo progetto (tranquillo, tutti i progetti ne hanno!), la tua idea avrà delle ottime chances di inserirsi a pieno titolo nel mercato che ti interessa.

Estote parati

Ti consiglio di fare tuo il motto dei boy-scout ESTOTE PARATI, che in latino significa: “Siate preparati”. È infatti fondamentale avere l’attitudine a immaginare a priori tutto quello che potrebbe succedere, soprattutto focalizzando i problemi e i punti deboli.

In questo modo, quando sarai in proprio e dovrai gestire mille cose insieme, avrai già individuato soluzioni possibili per risolvere tutte le criticità che, inevitabilmente, ogni imprenditore è costretto ad affrontare.

Averci ragionato prima ti consente di essere più rapido e reattivo e quindi di poter intervenire in tempo reale per correggere la rotta, evitando perdite di denaro, di occasioni e di clienti.

Se vuoi avere una traccia per incominciare a ragionarci in autonomia, acquista il mio e-book “Guida galattica al business plan” edito da Zandegù. che ti aiuta a capire come dare una risposta a tutte le domande.

Author:

MARTA GIAVARINI - STRATEGIE DI BUSINESS. Supporto aspiranti Imprenditori, Freelance e Startupper a mettere a fuoco il loro Business Model, a conoscere e analizzare il mercato in cui lavorano, per pianificare strategie vincenti attraverso un Business Plan. Aiuto imprese già avviate a rivedere il proprio Modello di Business per sviluppare nuovi prodotti e nuovi mercati.

Leave a Comment

Required fields are marked *.